5.4.10

L'ultimo Amore

Una sera di queste vagabondavo in auto senza meta. Una pioggia battente ed ostinata che solo la primavera ti sa regalare. Suonava quel cd di Capossela, L'indispensabile. Se dovessi decidere cosa portarmi su un'isola deserta, questo sarebbe irrinunciabile. Non che lo adori come cantautatore, ciò non gli toglie il merito di essere un poeta formidabile nel suo genere.
Ho provato ad ascoltare il testo de "L'ultimo Amore".
Bene, se siete cupi e depressi, un consiglio: evitate di leggere oltre.
Perchè? Semplicemente è la storia d'amore più struggente che abbia mai sentito.
Due persone che hanno sofferto tremendamente, entrambe hanno perso il loro amore. Si incontrano e si conoscono, vivono una storia brevissima. Lui rievoca sensazioni ormai dimenticate; lei, invece, non è in grado di lasciarsi andare e sceglie la via più tragica, il suicidio.
Piuttosto amaro, vero? Anzi, pure troppo.
Penso solo a quanto sia suggestivo l'amore al profumo dei fossi.


Nessun commento:

Posta un commento