27.6.10

Como-Bellagio A/R

Sciuretta Sara e Furio Martirio hanno intrapreso una delle loro imprese memorabili. Un salto nel passato prossimo, che ricorda tanto il giro dell'Olanda nell'agosto 2009. Questa volta lo scenario è differente.
I due attori protagonisti, un bel sabato mattina, si dirigono a Como, approfittando delle bici offerte dall'autosilo, decidono di pedalare con leggerezza e gaudio verso Bellagio.
L'aria è fresca, la cittadina è animata dal mercato, il cielo è limpido ed un fantastico sole brilla sulle loro anime.
Cambio scena. Le bici non hanno il cambio, per tutto il tragitto è un continuo saliscendi con veri attentati alla resistenza delle coronarie. Il sole picchia sulla schiene nelle ore più calde della giornata. Con bestemmie e improperi giungono a Bellagio. Sono già dell'idea di farsi il ritorno in traghetto, ma,attenzione, non è possibile.
Con calma ricaricano le forze e ripartono con voglia pari a zero. Totale Km: sessantadueeee!
Tornati a casa in catatonia, con improponibili segni di abbronzatura, e nemmeno l'allucinazione di incrociare un George in moto con tanto di Betta ingroppata sulla schiena.
Per Sciuretta è stata un'impresa epica, per Martirio un semplice preparazione al triathlon a cui parteciperà tra un mesetto. Non importa che i muscoli oggi urlino vendetta, i due sono comunque soddisfatti dell'avventura .

Ah, dato che ci sono passo dal falegname, vediamo se riesco a fare due comodini con le mie nuove gambe in rovere.

Se questo non è amore, ditemi voi cos'è allora!

Nessun commento:

Posta un commento