16.6.10

Sulla felicità ad oltranza (Ugo Cornia)

"Adesso, con un inevitabile sfacelo sulle spalle, portandomelo dietro tutti i giorni, dopo aver preso nota di tante cose, sono tornato a vivere il mondo come prima. Un po’ mi dispiace."
Ugo Cornia, Sulla felicità a oltranza

Oggi nasce grigia, sarà per il tempo, sarà colpa di una notte semi-insonne, però, di disegnare un sorriso sul mio viso ora non ci riesco.
Ho tanto da fare, forse troppo, e questo mi aiuterà sicuramente a tenere la testa impegnata.
Non voglio credere di aver fatto la mia rivoluzione per nulla, aver fatto soffrire e preoccupare tante persone, per poi tornare al punto di partenza.
Non voglio, ma è così, mi sa.

Nessun commento:

Posta un commento