30.7.10

Tirà giò la clèr


Finalmente oggi Wirta chiude i battenti di quest’anno sciagurato, fatto di momenti e persone da cancellare, con amicizie (ri)scoperte da tenere strette strette.
Non mi farò mancare nulla in queste tre settimane: il bollino nero per tornare a Rimini per qualche giorno, i ritardi dei treni, la folla degli aeroporti, gli scali interminabili, i voli da trombosi alle gambe. In compenso vado a cercare aria polmonabile, fresco e qualche spillatina di sole, nuovi orizzonti per riempire gli occhi. Voglio dimenticarmi dei giorni della settimana, delle facce scure e imbronciate.
Cercherò di seguire i consigli di tutti: sgomberare la testa (anche se certi giorni si sente l’eco dei pensieri), fare tante foto (ma se sono peggio dei giapponesi!), non farmi sbranare dai leoni (per quello ho il repellente), non farmi schiacciare dagli ippopotami (quando faccio il bagnetto?), fare bunjee jumping dal ponte più alto al mondo (http://www.faceadrenalin.com/
…sgluch...), comprare semi di acacia gialla e baobab (per Gianvi), guidare il meno possibile (già ho seri problemi con la guida a destra…), imparare idiomi afrikaans (tipo “non ci sono più le mezze stagioni” e “il nuoto è lo sport più completo”), convincere marito a non praticare running nel Kruger (per mio, mamma e suocera volere), dimenticare il telefono a casa (però Sara ricorda il passaporto!!!).
Il blog riaprirà quando i miei due neuroni ancora vivi si decideranno a tornare dalle vacanze e di rimettersi a lavorare. Sud Africa arrivo.
Relax! It’s easy!

2 commenti:

  1. Buon viaggio pasticcia! Buon divertimento, buon rilassamento... insomma buona vita per queste tre settimane!
    Al tuo ritorno io sarò ancora qua ;)

    RispondiElimina
  2. Buon viaggio, sorriso.

    RispondiElimina