7.10.10

De la Mer o De la Merd?



Avete mai sentito parlare di Crème de La Mer? Onestamente, le ho solo viste esposte in una beauty spa, in una vetrinetta del tipo gioielliere-blindata-vetro antisfondamento. Mai provate, ma la curiosità mi ha spinto a leggiucchiare qua e là. Pare siano molto utilizzate dalle dive hollywoodiane, per intenderci J.Lo ci fa pure il guazzetto.
Da non confondere con la linea De la Mer descritta nel telefilm Nip/Tuck, dove Julia McNamara costruisce un business creando creme antiaging utilizzando sperma proveniente dalle banche del seme.
Questi prodotti servono a svuotare il portafoglio, dato non indicativo se detto da una che utilizza la Nivea da cima a piedi. Per capirci meglio, il prodotto più insulso non si trova a meno di 100 euro, sino ad arrivare al top del top: La Mer The Concetrate, alla modica cifra di apertevirgolette 410 euro chiusevirgolette. Come minimo mi aspetto di trovarci dentro l’anima del sudore di Gesù come ingrediente principale, invece no.

seaweed extract, mineral oil, petrolatum, glycerin, isohexadecane, lime extract, microcrystalline wax, lanolin alcohol, sesame oil, eucalyptus oil, magnesium sulfate, sesame seeds, alfalfa seeds, sunflower seeds, powdered almonds, sodium, potassium, copper, selenium, calcium, magnesium, and zinc gluconate, paraffin, vitamin E succinate, niacin, beta-carotene, decyl oleate, aluminum stearate, octyldodecanol, citric acid, cyanocobalamin, magnesium stearate, panthenol, methylchloroisothiazolinone, methylisothiazolinone, denatured alcohol, fragrance

Ecco che il piccolo chimico/farmacista/donna di casa in me si mette a leggere l’etichetta del prodotto. Mi hanno insegnato che i primi componenti sono i più presenti in formula, via via verso il fondo ci sono quelli minori. In cima ci sono mineral oil e petrolatum, a metà paraffin (ossia la volgare vaselina): tutti derivati della raffinazione del petrolio ed emollienti a basso costo. La sua texture è grassa e comedogenica, ciò significa che occlude le ghiandole sebacee favorendo i bubboni.
In più, qua e là, c’è qualche vitamina ed oligoelemento, che dovrebbero assunti per via orale per esplicare al meglio la loro funzione.
Riassumendo, questa crema è la summa di qualche miracoloso estratto vegetale disciolto in un mare di petrolio. E’ venduta al prezzo di 250 euro, assolutamente ingiustificato dal punto di vista del costo delle materie prime.
Nessuna crema cosmetica al di sopra dei 40 euro ha ragione di esistere.
Ora comprendo perché sono così piene di vaselina, serve quando la compri.

Nessun commento:

Posta un commento