1.11.10

Sindrome di Candy Candy


Recentemente, ad una cena con amici e conoscenti, è capitato di scivolare in un argomento classico. Ci si chiedeva come mai, uno dei commensali, pur essendo un personaggio piuttosto famoso, piacente e carismatico, non avesse ancora trovato la compagna giusta. La sua risposta è stata semplice: "Dedico la maggior parte del mio tempo al lavoro. La situazione cambierà quando troverò la donna che me lo farà dimenticare".
Sbigottimento in sala, sarebbe come andare a cercare l'esemplare perfetto in tutto il pianeta, sempre sia stato creato.
Ma non è queso il fulcro del mio pensiero. Infatti, quando si sentono risposte di questo tipo, nelle donne scatta la Sindrome della Crocerossina o di Candy Candy. Chissà per quale associazione di idee la femmina cretina si mette in testa che sarà salvatrice, risoluzione e completamento del povero maschio deficiente. "Deficiente" nel senso latino del termine, ossia di deficere, mancante di qualcosa.
E so bene quanto siamo testarde: non molleremo finchè non vinceremo questa sfida contro noi stesse e tutte le altre scellerate, fidatevi.
Uomo, stai ben attento quando piangi addosso ad una spalla femminile: stai innescando un'arma pericolosa.

Nessun commento:

Posta un commento