8.12.10

Avanti

Tipo ieri sera, in un sabato infrasettimanale, sono andata al cinema a vedere l'ultima creazione di Woody Allen: "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni". Poi mi chiedo da dove provenga tanta libera traduzione dei titoli dei film stranieri, perchè la pellicola in questione, in origine, sarebbe "You will meet a tall dark stranger". Ma vabbè, questa è solo una mia puntigliosità.
La storia è molto godibile e scivola tranquillamente senza colpi di scena. Forse il genio dell'autore questa volta sta proprio in questo: aver raccontato di persone reali, fatte di difetti, corrispondenti a tutti i luoghi comuni, ma pur sempre sognatrici. In fondo, è gran parte di questo che siamo, no?
Mi ci ritrovo ancor di più se penso a come girano i fatti e gli intrecci anche nel mio piccolo mondo. Il senso di tutto non lo troveremo mai a nulla. 

Alla fine, il nostro è un tirare avanti quotidiano.
 

Nessun commento:

Posta un commento