13.12.10

Spot

Mi sono diretta al lavandino, completamente invischiata nella mia pastella di pensieri, ho afferrato lo spazzolino e ci ho schiacciato sopra il sapone liquido. Esatto, sapone liquido per mani, peccato essermene accorta troppo tardi.
E' una di quei giorni nati male, e pensare che i prodromi li avevo già provati ieri. Una giornata inutile e sgraziata, che non ho voglia di raddrizzare, ma tanto da sola a posto non ci va.
Stasera vado a letto e il mondo lo chiudo fuori. Lo vuoi sapere perché?
Sono stanca di tutti. Sono stanca di non riuscire a sentirmi anonima nemmeno in casa web, chè alla fine, gira e rigira, si inciampa nelle stesse facce.
Stanca di vedere gente che ama uccidersi lentamente in storie parallele. Stanca di tutti gli adulti che si comportano come fanciulli imberbi.
Sono stanca di essere lasciata al margine della vita di persone a cui voglio un bene smisurato.
Stanca di amici che mi riversano addosso la loro psicologia spicciola, così bravi ad ammonirmi, quando non notano neppure che si stanno guardando allo specchio.
Penso di essere la summa di due entità: la spugna per assorbire i problemi di certuni e la soap opera vivente per gli altri.
E allora, dato che mi non mi sento triste abbastanza, metto su questa e mi lascio cullare dalle sue parole.

Nessun commento:

Posta un commento