23.2.11

Dead calm

Questa calma mi preoccupa e mi aspetto debba succedere qualcosa da un momento all'altro.
E' come se vivessi i giorni con i sensi anestetizzati. Non mi urtano le malignità di certi colleghi, il menefreghismo degli amici di sempre, l'assenza della famiglia, il non riuscire ad arrivare a notte con un bilancio positivo della giornata.
Non mi tocca nulla, tutto quanto mi rimbalza prima che possa raggiungermi.
Eppure le tristezze e frustazioni covano sotto la sabbia e torneranno presto a fare capolino.
Intanto mi godo il trascinarsi dei giorni, che sembrano ormai tutti identici.

1 commento:

  1. RICORDA CHE NON SEI SOLA....c'è sempre la tua 'sorellina' che ... ti aspetta!!!!
    Poi vorrò delle spiegazioni!!!!

    RispondiElimina