2.3.11

Misunderstanding

Mi dispiace infinitamente non arrivare al centro delle cose; mi sento disadattata se non riesco a spiegarmi o far capire un concetto.
Mi si critica il mio saltare di palo in frasca nei discorsi e seguo il mio personale flusso di coscienza sopravvalutandomi, perché penso di essere una persona semplice e lineare, facile da seguire nelle mie elucubrazioni. Poi mi rendo conto di botto che la situazione è ben differente, e allora tutto diventa il pretesto per offendersi gratuitamente.
Mi fa male da morire tutto questo, perchè se c'è una cosa stupida, non sono gli errori che compiamo ripetutamente, semmai è ledere quanto di più prezioso abbiamo vicino, chi ci ama davvero e incondizionatamente.
Penso addirittura, dietro tutto questo, ci sia una ricerca di conferme d'affetto e una muta richiesta d'aiuto; e allora se ci teniamo davvero passiamo oltre la faccia scura.
Ti rimango vicino anche se mi hai chiesto il silenzio, perché di questo ora hai bisogno, ma ti dimostro che non sei destinato a rimanere solo.

Nessun commento:

Posta un commento