25.3.11

Planning

Sono in alto mare, devo buttare giù una scaletta, oddio no, scaletta come termine fa veramente antico, troppo Pippo Baudo. Devo impostare il planning delle attività e dei posti da vedere della mia prossima vacanza.
Visto e considerato che la meta consiste in una metropoli, anzi la Metropoli con la emme maiuscola gigante in grassetto, e lo so che fate no no con la testolina, che per esempio Sao Paulo è più grande ma va bene e sorvoliamo.
Dicevo? Ah sì, che mi distraggo in fretta. Vado con marito a New York una settimana, e dato che voglio visitare un botto di musei, girarmi praticamente tutta Manhattan a piedi e magari qualcosina anche di Brooklyn, dai lasciamo stare lo Zoo nel Bronx, che poi devo incontrare l'amico Luca e berci un vinello con lui e la sua famiglia. Insomma, ho un sacco di cose da fare, ergo qui salgo sul palcoscenico, prendo il microfono e "Sa , sa , sa, prova prova, unoduetre, sa, sa".
Schiarisciti la voce Sara per piacere: "Gente mi potete chiedere di comprarvi quello che volete, tanto non vi porto nemmeno una fava secca. Scordatevi tutte le richieste di scarpe inguardabili, che passa un paio per te che me le supplichi, ma togliti dalla testa che le porti anche alla tua amica che vedo un paio di volte all'anno se va bene. Ho detto di no, no e no! Alla Apple non ci entro nemmeno, Timberland e Levis manco li guarderò. Carissima famiglia, attaccatevi al tram, 'sto giro non perdo le giornate per acquistare qualcosa che trovereste anche qua, che a volte manco capireste l'utilità dell'oggetto regalato e vi sforzereste di rispondere con mezza paresi al viso 'ma che bello, uh guarda la zia, ma non dovevi!', ecco appunto, non dovevo e non lo farò. Cristo, stiamo via una settimana, eh!
La mia missione è una sola: sarò il corriere di piadina e cibarie per bestfriend all'andata, al ritorno sono puramente affaracci miei."
Quindi non fate gli occhi dolci e umidi, e non guardatemi così! Al massimo vi faccio vedere le 2000 foto che scatterò. Felici?

Nessun commento:

Posta un commento