23.8.11

Un lustro


Ci pensavo giusto la scorsa domenica, quando eravamo io e gli altri mille a bagno nella stessa piscina, quando era così calda e densa l'acqua da far sembrare il mare di Rimini i Caraibi a confronto. Allora mi dicevo che sono ormai cinque anni che vivo a Milano, ed era la prima volta che mi frammischiavo alla gente del posto, che io non ero abituata a sguazzare tra brianzoli, albanesi e peruviani; che sì, con russi, tedeschi, meduse e le genti da tutta italia l'ho sempre fatto. Ma questa cosa, sì questa cosa semplice di stare lì, vedere la gente del posto, più semplice e diversa da quella che ho sempre conosciuto, ecco mi ha fatto sentire sola, mi è mancata la famiglia, gli amici con cui ho condiviso sempre tutto. Ho capito che non mi sono mai staccata del tutto dalle mie radici. Mi chiedo se lo abbia provato solo io oppure sia capitato a tutti. Allora butto giù il magone e vado avanti.

Nessun commento:

Posta un commento