14.10.11

Lacrime in tasca


Magari un giorno mi fermero' e con calma contero' tutte le volte che sono morta dal giorno in cui sono venuta al mondo.
Pressappoco ogni vita contiene tante morti e, teoricamente, altrettante rinascite; chiaramente trattasi di metafore.
Io non so di preciso quante siano state le mie finora; però mi é chiaro di aver trascorso gli ultimi due anni a tirar fuori lacrime senza sosta dalle mie tasche. Ho pianto sempre facilmente: per gioia, tristezza, rabbia, nervoso e stanchezza; tuttavia mai tanto quanto questo periodo, dove sono stata in grado di celebrare almeno un paio di funerali dell'anima mia.
E se esiste il modo di dire che il pianto fa gli occhi belli, difficilmente ne trovereste di migliori in giro, modestamente.
Published with Blogger-droid v1.7.4

Nessun commento:

Posta un commento