30.12.11

La bile del vicino è sempre più verde


Non è che ora voglia mettermi a fare la stronza, anzi no, a ripensarci l'intento era proprio quello. Facciamo le cose per bene, premettiamo il fatto che io stia trascorrendo le mie agognate ferie in totale svacco, traducendo significa che non vado andare a dormire prima delle 2 e mi alzo dopo le 10 del mattino, ché tanto sono a casa dei genitori viziata e coccolata come una regina. Beh, si dà pure il caso che la mia attività sui SN sia un pochino aumentata, per cui mi trovo a fare letteralmente i cazzacci di gente che sì sta lì, ma tanto chi se le incula.
Dopo tutta 'sta premessa voglio arrivare al nocciolo, insomma tra i contatti ne becco uno con questa fotografia che ritrae la sua pargoletta (che ok ora è caruccia e speriamo si mantenga tale e non viri come somiglianza ai genitori), la quale è ritratta sul terrazzino  di casa con incantevole vista panoramica alle spalle. La visione d'insieme è ineccepibile, fantastica, da doppio wow, ma, ecco il ma. La pargoletta é nata in una famiglia molto benestante, e beata lei, ma conoscendo la gente in questione, la foto diventa un po' il simbolo dei classici pidocchi rifatti che fanno a gara a chi piscia più lungo con chi non sarà mai ai loro livelli. Ti piace vincere facile?

Giuro, non é invidia la mia, è ben altro quello che in realtà mi provoca veri travasi di bile.

Cara bimba, io non ce l'ho con te. Prometti che non ti metterai a frignare ora? Cara la mia bimbetta, cresci bene e fatti venire sullo stomaco un pelo alto così, trita la gente come i sassi, diventa crudele e insensibile, non guardare in faccia nessuno. Possa essere la tua famiglia fonte di insegnamento. Ringraziami, perché sotto a tuoi piedini c'è gran parte della mia liquidazione. Baci baci.

Published with Blogger-droid v2.0.2

Nessun commento:

Posta un commento