14.1.12

Cerco casa


Ho già detto che sto cercando casa? Beh, comunque da giugno scorso, metodici come tedeschi, avremo visionato almeno una trentina di immobili senza esagerare. Tanto che non ricordo più le facce dei proprietari e degli agenti immobiliari, ma quello di oggi é stato uno spettacolo, di coglionaggine. Poi mi chiedo come facciano a campare e, soprattutto, a beccarsi le percentuali sulla compra-vendita. Io, uno così, non lo so cosa gli farei se non ci fosse una legge a tutelarlo.

L'avevo già incontrato ad un altro appuntamento e ricordo che mi aveva fatto girare le balle subito perché arrivò in ritardo; e Milano, in quei giorni, affogava nella nebbia fitta, io avevo un freddo meschino nelle ossa, pensavo solo che sotto il piumone sarei stata molto meglio e avrei impiegato il mio tempo più utilmente.

Insomma, oggi lo rivedo, lo riconosco con mio disappunto; ha sempre quella fretta di chi deve scappare al cesso perché non ce la fa più a tenerla. Mi stritola la mano con una stretta alquanto vigorosa. E poi quel nome cosa significa? Ma davvero ti chiami Jody?

Se ne esce con una frase infelice che suonava circa " per favore evitiamo di fare commenti sgradevoli, del tipo che la casa é piccola, che poi ci rimangono male". Sguardi al cielo e sospiri. Comincia la visita, la casa effettivamente é piccola, cristo non pensarlo a voce alta.

Marito gli chiede in quale classe energetica fosse stata certificata la casa, e Il Jody, come piace chiamare qua in Longobardia, si mette a recitare una pessima supercazzola su "mondo certificazioni energetiche degli immobili". Che sì é obbligatoria dal 2009 all'atto della vendita, no dal 2010, ma che tanto dal 2011 serve anche solo se pensi di metterla in vendita, che allora lui e il suo amico geometra vanno a fare queste certificazioni per arrotondare, ma questo non l'ha mica detto, l'ho pensato io e allora ho capito come campa lo sfigatiello. Che devi sapere che le classi energetiche vanno dalla A alla F, effe sì, e questa com'è allora, chiedo io, ah questa é G, dice lui. E penso, ma a scuola allora non ho capito nulla, perché la G, gi, mica viene dopo la F, effe. Quindi? Bah, andiamo oltre, soprassediamo. Ma poi continua, fallo sfoga' il poveretto, dovete capire che io credevo che questo immobile  potesse rientrare in una classe B, bi, perché ha comunque i muri, le finestre, le persiane e la caldaia. Ma davvero se lo percuoto rischio una denuncia o la galera? Ma invece é una G, gi, perché dovete sapere. E quindi adesso sono edotta, colta in materia, pronta a certificare. Beh dovete sapere una cosa, per rientrare nelle classi energetiche A e B, le case devono avere un riscaldamento geotermico. Geche?  Devono estrarre, ma che devi avere una trivella in cantina, devono estrarre il calore direttamente dalla terra. Cioè, fammi capire, devo stare sopra un vulcano per riscaldare casa?

Dopo questa chicca e una stritolata di mano finale ci siamo, come si dice, accomiatati.

Quello che mi ha lasciato di stucco, come se mi avesse preso in testa un vaso di fiori lanciato dalla luna, é che sia tutto vero, per nulla inventato. Benvenuti nel fantasmagorico mondo immobiliare.

Published with Blogger-droid v2.0.3

Nessun commento:

Posta un commento