16.5.14

Piccolo decalogo per la sposa per affrontare il giorno delle nozze

Cara mia,
so come ci si sente prima, il giorno prima è tutta tensione e nervoso. Ma fa parte del gioco e alla fine va sempre bene. Tranne nei film , ovvio, ma quella è un'altra storia. 
Qui non hai damigelle vestite di chiffon color pesca, tu non sarai una pomposa meringa esposta al pubblico ludibrio. Quindi respira. 
Come migliore amica devo metterti in guardia su alcune cosette:

1. Ricorda il valore del sacramento e perché ci vai all'altare. Dopo aver fatto mente locale, fa un respirone a esclama un bel vaffanculo-vada-come-deve-andare (ecco, magari non troppo forte che la nonna si prende un colpo), e goditi la festa che dura quanto la persistenza di una scoreggia all'aria aperta.

2. Sul sagrato, appena scenderai dalla macchina e vedrai il tuo futuro marito, in quel momento esatto comincerai a ridere come una scema - ti conosco troppo bene - e non smetterai di farlo fino a sera; in più è certo che non capirai più nulla, perso ogni barlume di lucidità. Puff, andata, rianimatela per Dio.

3. Io non so Mimmo come sarà, ma quasi tutti i matrimoni che ho assistito, il padre della sposa ha una fretta esagerata di arrivare all'altare, dalla serie finiamola in fretta che:
A. mi commuovo e piango come un agnello;
B. non voglio stare al centro dell'attenzione, tanto non sarò mai bello quanto la sposa;
C. Non sa / Non risponde;
D. ho fame!
Al mio matrimonio dovetti strattonare mio  padre per rallentare, giusto per far durare un microsecondo in più il momento.

4. Ricordati di sorridere, sarai immortalata in un centinaio di cellulari di vario modello e  macchine fotografiche. E per il 90% avrai la faccia da idiota, un numero indefinito di menti e la pelle lucida. Ricorda che il tuo fotografo ufficiale è il Salvatore in Terra, in Lui solo risiede il potere del Photoshop. Quindi rilassati e torna al punto 1.

5. Non ti preoccupare dell'abito, ci sono testimoni, zie, mamme, e perpetua pronte a sistemartelo. Per me è una sorpresa, mi auguro che non sia di quelli talmente ampi in cui si è costretti a infilare lo sgabello sotto, nel caso devi ricordarti di sfilarlo. Ma nessuno sa cosa si nasconde sotto l'abito da sposa a fine giornata, è un po' come la pancia dello squalo insomma.

6. Alla promessa sta tranquilla: ricordarsi la formula è quasi impossibile, piuttosto fa affidamento sulla tua visione laterale. Tanto nelle foto avrai un bellissimo strabismo divergente. Sorridi e torna al punto 1.

7. Una volta scambiate le promesse e gli anelli, ma perché cazzo si mettono tutti a piangere? Tanto il passo l'hai fatto ormai, Eccheccazzo, torna al punto 1.

Qui si aggiunge pure la variabile Battesimo della creatura. Ma so già che Elisa sarà una dritta e farà la brava. Quella è tosta, eh.

8. Ora siete sposati, i parenti sono fuori che si chiedono quando uscirete perché ormai il riso si è cotto nelle mani. Ora devi decidere se il lancio del bouquet farlo qui o al ristorante.
Farlo subito fuori dalla chiesa significa togliersi una rottura di cazzo, in più puoi contare su un pubblico più ricco che compete per accapparrasi l'ambito portafortuna: bambine, donne single al primo e secondo giro, fidanzate, vedove e anche qualche sposata che non si sa mai il futuro.

9. Gli invitati sono pronti per transumanza al ristorante, voi vi perderete a fare incantevoli foto tra papaveri, spighe di grano e samminchia. Il peggio è passato. Tranquilla, tanto col cazzo che riuscirai a mangiare. Eh sì, spero tu abbia fatto una buona colazione, perché dovrai fare la bambolina tra i tavoli, più volte. Feliciona?

10. Il punto più importante a mio giudizio. Un'amica si vede nel momento del bisogno, nel senso letterale del bisogno. L'amica è quella che ti accompagna al bagno e ti libera da gonne, sottogonne e ammenicoli vari per permetterti di fare la pipì prima che ti venga una colica renale. L'amica è quella che ti sorregge tutto l'ambaradan e si accerta che tu - in sospensione circense - riesca  a centrare la tazza del wc.

Cara mia, spero di averti dato alcune dritte per affrontare al meglio una delle giornate che rimarranno più impresse nella tua memoria. 

Ti voglio bene, ricordalo sempre, anche quando il cielo sarà annuvolato e cadrà qualche goccia. 
Io ci sarò.

1 commento:

  1. sei unica... grazie<3<3<3 ti voglio bene testimone di vita

    RispondiElimina