30.12.14

Splendido visto da qui (Walter Fontana)

Quando sento che sto raggiungendo un limite, che è ora di mollare la pressione, allora devo dirmi «adesso stacca» e pensare a me in terza persona. (cit. Pag. 23)
Essere incastrato tra due necessità contrapposte, non decidere tra l'una e l'altra ma farle male tutte e due. (cit. Pag. 27)
Togliere il vecchio significa togliere la paura e portare il nuovo significa portare la speranza. (cit. Pag. 44)
E se è successo si ripeterà. Si ripeterà e sarà meglio in ogni caso. Perché se si ripete una cosa brutta, Leo è preparato meglio ad affrontarla. E se si ripete una cosa bella, é superfluo ripeterlo ma visto che siamo in argomento ripetiamo, è ancora più bella. (cit. Pag.125)
Non capisco se il vuoto che sento è perché sono andato oltre le mie possibilità tipo astronauta perso nello spazio, o è un sottovuoto in cui ho vissuto sempre tranquillo tipo salmone nella busta, e me ne accorgo solo ora. (cit. Pag. 181)
Però, in un angolo della mente, lei sentiva che, nell'entrare a far parte di una particolare cerchia, il piacere più grande per Ferdi fosse quello di sapere che altri suoi conoscenti ne fossero esclusi. (cit. Pag. 227)
È a questo che servono le abitudini: a non averne altre. (cit. Pag. 249)
Giudicano e distruggono così. Lui e i suoi amici che dicono: da un particolare io capisco tutto. [...] Vogliono solo risparmiarsi la fatica di capire. Vogliono solo ripetere il parere giusto, appiccicarsi qualche cazzo di personalizzazione furbesca per far capire che sono stati loro a dirlo, e poi lanciarsi sulla prossima cosa da fare a pezzi. [...] Prima di parlare a vanvera prendetevi il tempo necessario per capire com'è realmente una persona e quando, e se, l'avrete capita, tacete. (cit. Pag. 251)
"Dio creò il tempo perché le cose non accadessero tutte insieme" disse un saggio. (cit. Pag. 266)
Splendido visto da qui - Walter Fontana - Giunti

Nessun commento:

Posta un commento