29.7.15

L'amante (Marguerite Duras)

Il desiderio era in colei che lo provocava o non esisteva. C'era fin dal primo sguardo o non era mai esistito. Era l'immediata intesa sessuale tra due persone o non era niente.
==========
Il difficile non è raggiungere qualcosa, è liberarsi dalla condizione in cui si è.
==========
Gli chiedo se è normale esser così tristi. Dice che è perché abbiamo fatto l'amore di giorno, quando il caldo era più forte. Dice che dopo è sempre terribile, sorride e dice: che due si amino o non si amino, è sempre terribile. Dice che passerà con la notte, appena verrà la notte. Gli dico che non è solo per questo, si sbaglia, aspettavo questa tristezza, era dentro di me, sono sempre stata triste. Lo vedo anche dalle foto di quando ero piccola. Oggi, questa tristezza di sempre, potrei chiamarla con il mio nome, tanto mi assomiglia.
==========
grida che non bisogna aspettarsi niente, mai, né dalle persone, né dallo Stato, né da Dio.
==========
Dal momento che siamo visti, non possiamo guardare. Guardare significa avere curiosità verso, nei riguardi di, significa abbassarsi. È sempre disonorevole, non c'è nessuno che valga uno sguardo.
==========
Le partenze erano tutte uguali. Come le prime partenze sui mari. Il distacco dalla terra avveniva sempre nel dolore e nella disperazione, ma questo non aveva mai impedito agli uomini di mettersi in viaggio, agli ebrei, ai pensatori, a chi amava i viaggi per mare, e non aveva neppure impedito alle donne di lasciarli andare, alle donne che non viaggiavano mai, che rimanevano a custodire il luogo natale, la razza, i beni, la ragion d'essere del ritorno. Per secoli le navi avevano reso i viaggi più lenti, più tragici di quanto non lo siano ai giorni nostri.
==========

1 commento:

  1. è uno dei miei libri, che poi è divenuto uno dei miei film: l'indocina, lei giovane e bella di una bellezza che non esiste più, lui un ricco rampollo asiatico, distante da lei quanto la francia da quei luoghi.
    eppure due cose su tutte ricordo perfettamente: la musica di quel film, e poi.
    e poi il sesso consumato dentro un piccolo appartamento che dava sulla strada. il sesso sudato fino a consumarsi, nel silenzio di un altrove dentro un altro altrove.
    e i rumori della strada che filtrano tre le assi della porta insieme ai raggi di un sole bianco che accendono la polvere sospesa.
    per me l'idea di amante è sempre stata questa, l'idea di un altrove sudato e immerso nei rumori del mondo che, oltre la porta, continua a macinare le ore.

    RispondiElimina