23.12.16

Instagram, 10 comuni errori

Tutti hanno detto la loro, c'è chi ha persino scritto dei libri per non cadere in certi errori gravissimi che potrebbero pregiudicare la vostra popolarità sui social. Lasciando fermo il punto inalienabile che tutti siamo liberi di fare quello che ci pare, anche a costo di risultare ridicoli la totalità delle volte, vorrei comunque darvi qualche consiglio quando pubblicate una foto su Instagram, anche se gli unici seguaci sono i vostri parenti di Capracotta. E non dite che pubblicate solo per voi stessi, in quel caso non avreste bisogno di spiattellare i cazzi vostri al vostro piccolo mondo virtuale.

Errore 1: Autoscatto in cui fingete di dormire 
"Autoscatto" sì, per me selfie è la pugnetta, e se non sapete cosa sia la pugnetta informatevi.
Si vede chiaramente che lo scatto non è stato fatto da un'altra persona, vuoi per la distanza e per inclinazione dell'obbiettivo, vuoi per la tensione del viso. Insomma dai, se non avete nessuno che vi può fotografare mentre riposate, lasciate stare.

Errore 2: Autoscatto in cui fingete di fare sport
Sono poche le persone che si possono permettere un accompagnatore durante gli allenamenti, di solito sono ricche, compaiono spesso in TV o in qualche settimanale di gossip. Ma voi, che siete poracci come me, si vede chiaramente che avete appoggiato il telefono alla qualunque e avete azionato il timer. Se stai facendo sport, la tua preoccupazione principale è eseguire correttamente l'esercizio e arrivare alla fine, o di documentare, che guarda caso fottesega al prossimo? Perché il tempo necessario per farvi quella foto non lo usate per fare bene lo stretching e non ammalarvi, che, cristoddio, fa freddo?

Errore 3: Orizzonti sbilenchi
Ormai ci sono centinaia, ma che dico, millemila App che modificano le foto, lo stesso Instagram lo fa. Allora, perché avete fretta di pubblicare un orizzonte storto? Il mare non è in discesa, non è mica un piano inclinato. Raddrizzate, ci vuole un attimo.

Errore 4: Foto di mani o piedi
Accertatevi che mani e piedi siano decenti alla vista del prossimo. 
Piedi callosi, talloni ruvidi e trascurati non sono il massimo. Mani con dita nodose, con pellicine o cicciotte, unghie smangiucchiate, smalto sbavato o sbeccato, macchie dell'invecchiamento o di  nicotina. Ve lo dico in francese: fanno tutte cacare. Lo sguardo non sarà attratto dal vostro ultimo semipermanente, semmai da tutte le vostre trascuratezze volontarie o meno.

Errore 5: Esposizione dei trofei
Mostrare il vostro nuovo partner, e in particolare parti nude del corpo che normalmente sono vestite, mi mette tristezza, perché significa che avete così poca autostima che sentite il bisogno di vantarvi con una schiera di sconosciuti che si dividono tra il "masticazzi"e libidinosi bavosi che al massimo consumeranno una manella pensando a quella chiappa o a quella scollatura. 
Comunque dentro una scollatura non c'è niente, sappiate che in fondo non c'è il soldino di cioccolato del tegolino, per dire.

Errore 6: Spacciare foto della rete per proprie
Ci vuole poco a sgamarvi. Googlando ci si mette un secondo a ritrovare la stessa foto che è stata pubblicata almeno da un paio di anni da qualcuno che il fotografo lo fa di mestiere. Quando copiate una foto state attenti che non siano state messe le iniziali dell'autore, altrimenti non avete solo un problema con le diottrie.
E poi, dai, se l'attimo prima scattare foto sfocate, con poca luce, senza un minimo di conoscenza della composizione, all'improvviso il miracolo, e siete diventati McCurry o Toscani?

Errore 7: Citazioni colte
Ma qual è il senso? Davvero, qual è? Spiegatemelo. Ma ce la fate a formulare un pensiero vostro una volta nella vita? Perché non scegliere il silenzio in alternativa?

Errore 8: Le smorfie
Limitate la pubblicazione delle smorfie, perlomeno, lo sapete che ci sono variazioni sul tema? E lo sapete che non ci sono solo le linguacce dei quindicenni o il culo da gallina delle tardone? Dai,  basta.

Errore 9: Foto di cibo e di libri
Ha rotto le palle. Da cosa la necessità di fotografare quello che avete preparato come pasto? A chi interessa, a vostra madre che vive lontano e non ci crede che avete mangiato? E una diario alimentare perché state a dieta? L'avete fatto voi e come tale va immortalato perché è un miracolo? Oppure siete stati al ristorante e quindi soffrite di una forma di demenza e avete un problema con la memoria a breve termine? Fotografare tutte le portate è noioso per chi vi segue, fatelo con parsimonia.
In secondo luogo, non siete influencer, e probabilmente solo stocazzo, ma davvero ogni giorno riuscite a mettere di fianco a due biscotti alla crusca e un caffé brodoso anche un libro? Quel libro lo leggete davvero o lo usate per riempire gli spazi vuoti degli scaffali della vostra pregiatissima libreria Billy?

Errore 10: Fotto di bambini o animali
Qui non si sta a redarguire i genitori dal pericolo di pedofili, cazzi vostri insomma. La rete è già strapiena di foto di bambini. Pervertiti e malati di mente hanno a disposizione un bacino enorme da cui attingere senza dover ricorrere alle vostre che sono sempre la stessa minestra trita e ritrita. Limitatevi, ho capito che non avete di meglio come soggetti, che l'alternativa è un ritratto della tangenziale che vi passa di fianco a casa.
No davvero, ne basta una ogni tanto. Magari vi consiglio di lavorare sull'esposizione, le luci, quelle boiate lì che fanno di una foto qualcosa di apprezzabile anche a un occhio esterno.

Nessun commento:

Posta un commento