27.1.21

Finché il caffè è caldo (Toshikazu Kawaguchi)

 


L’acqua cade dall’alto al basso, è la forza di gravità. Anche le emozioni forse agiscono secondo la stessa legge. Di fronte a una persona con cui si ha un legame profondo e a cui si sono rivelati i propri sentimenti, è difficile mentire e lasciar perdere. La verità vuole uscire a tutti i costi, soprattutto quando si cerca di occultare la tristezza o la fragilità. È molto più facile nascondere la tristezza a un estraneo, o a qualcuno di cui non ci si fida. Hirai vedeva in Kei una confidente con cui condividere qualsiasi cosa. La forza di gravità emotiva era molto potente. Kei era in grado di accettare qualsiasi cosa – di perdonare qualsiasi cosa – Hirai avesse lasciato trapelare. Con una sola parola gentile, Kei avrebbe potuto allentare la corda di violino. In quel momento, a Kei sarebbe bastato dire una sola parola gentile e la verità sarebbe zampillata fuori. Kei la fissava con aria preoccupata. Hirai lo sapeva bene, anche senza guardarla, ed era per questo che distoglieva disperatamente gli occhi.

Nessun commento:

Posta un commento