23.2.21

POKE #1

 1. Abbiamo terminato la perizia l'indagine neuropsichiatrica di Eros, ora attendiamo la diagnosi il colloquio di restituzione. Nel frattempo il diavulillo si è deciso a parlare. Presente la famosa "esplosione del linguaggio"? Ecco, non così detonante come mi sarei aspettata, ma intanto - e quasi mezzo testone di euro in sedute - ha cominciato a ripetere versi di animali, paroline, a voler ascoltare le favole. Vedi, la fretta, a volte.

2. Bollate, comune dormitorio di 37 mila anime alle porte di Milano, è il simbolo della diffusione massiva di coviddi, soprattutto variante inglese. E quindi ci hanno blindato, con i bimbi a casa. Ho la macchina della Polizia che ferma di fronte all'ufficio. Ci guardiamo, sospiriamo. Ma quando finirà questo incubo?

3. Sto digitalizzando tutte le foto che sono nella casa di Rimini, dal 1929. Mia madre aveva riempito un album con gli scatti di mio fratello. Lei dice che io sono sempre stata gelosa di lui, e lui mica il contrario. A me sale sempre uno sconforto se penso a queste cose, che non ho voglia nemmeno di ribattere. Non serve a nulla far ragionare chi non vuol sentire. Mi devo anche sentire fortunata. Sì lo so, e lo sono; ma quando vedi i sorrisi che traspaiono e capisci che la quadra l'avevano raggiunta prima che arrivassi io, e poi sempre peggio, insomma io ci sto male. 

4. Disney+ ha smesso di funzionare a casa circa un mese fa. Dice è colpa del gestore della linea, e il gestore dice non è vero. Ma intanto suca, e abbiamo disdetto l'abbonamento. Non lo guardavamo quasi mai e ora mi sembrano indispensabili i contenuti che non ho potuto vedere. Una sorta di metafora della vita.

Nessun commento:

Posta un commento