11.1.22

11/365 Ansie e deperimenti

Non ho una personale classifica delle ansie, diciamo che stanno tutte dentro a un recinto e zompano al primo posto in maniera alternata.

Ci troviamo:

1) Sapere mia mamma da sola. La stessa persona totalmente riluttante a passare qualche periodo a casa di sua figlia, che è Lucifero fatto persona.

2) Bambini malati. Che ne consegue come mi organizzo con il lavoro. 

3) Covid. Va bene che se non ce l'hai o non l'hai fatto rimani proprio l'ultimo degli stronzi oramai.

4) Viaggi lunghi in auto. Ogni volta che andiamo e torniamo da Rimini è tutto un oddio oddio tieni la distanza di sicurezza, oddio oddio chissà se ce la facciamo anche questa volta.

5) Le chat dei genitori delle scuole. A parte il fatto che si riattivano casualmente e sei capace di trovarti tipo 80 messaggi da leggere; alcuni individui fanno sanguinare gli occhi per il livello di ignoranza. Perché poi esordiscono tutti con "vi mando un vocale così faccio prima"? Non sono così ritardata o smemorata, non me ne frega una ceppa. Ma come al solito divago, sto invecchiando.

6) Dover navigare a vista. Attualmente siamo arrivati a programmare dalla mattina all'ora di pranzo, e dal pranzo alla cena. In mezzo una rottura di coglioni è pressoché certa.

(in aggiornamento)

Nessun commento:

Posta un commento